(troppo vecchio per rispondere)
cessione terreno edificabile rivalutato
andler
2008-01-28 10:44:49 UTC
Ciao a tutti.

Un terreno edificabile viene rivalutato oggi a 100 (ex finanziaria 2008).
Domani viene ceduto a 99 (perchè il preliminare con il venditore
prevedeva 99).

Oltre ad essere accertabile la differenza tra 99 e 10 ai fini
dell'imposta di registro a Vos avviso il venditore rischia di vedersi
invalidare la perizia.

Mi pareva di aver letto da qualche parte che qualora venga indicato un
valore inferiore a quello di perizia nell'atto di cessione la perizia
diviene inefficace.

A qualcuno risulta ciò?

Grazie

ciao

andler
Rag. Sergio Lo Cascio - Tributarista
2008-01-28 11:02:01 UTC
Post by andler
Mi pareva di aver letto da qualche parte che qualora venga indicato un
valore inferiore a quello di perizia nell'atto di cessione la perizia
diviene inefficace.
A qualcuno risulta ciò?
Grazie
ciao
andler
Un conto è il valore fiscale ed un conto è il valore commerciale: basta
indicare questo in atto e nulla si rischia.

Ciao
--
Rag. Sergio Lo Cascio - Tributarista
andler
2008-01-28 11:35:19 UTC
Post by Rag. Sergio Lo Cascio - Tributarista
Un conto è il valore fiscale ed un conto è il valore commerciale: basta
indicare questo in atto e nulla si rischia.
E' quanto avverrà..... il problema però è che il geometra che ha fatto
la perizia si è sbagliato ed ha indicato un valore inferiore (stiamo
parlando di cifre irrisorie pari al 0,4% di differenza) al prezzo
pattuito per la cessione e l'ultimo passo del punto 3 della CM 15/e del
1/2/02 dice che se il venditore intende discostarsi dal valore della
perizia ai fini del calcolo della plusvalenza il costo iniziale è il
prezzo di acquisto.....

quindi oltre ad aver già pagato l'imposta sostitutiva mi devo anche
pagare l'imposta sulla plusvalenza.... cornuto e mazziato.

ciao

andler
Tango-
2008-01-28 11:42:47 UTC
Post by andler
Ciao a tutti.
Un terreno edificabile viene rivalutato oggi a 100 (ex finanziaria 2008).
Domani viene ceduto a 99 (perchè il preliminare con il venditore
prevedeva 99).
Oltre ad essere accertabile la differenza tra 99 e 10 ai fini
dell'imposta di registro a Vos avviso il venditore rischia di vedersi
invalidare la perizia.
Mi pareva di aver letto da qualche parte che qualora venga indicato un
valore inferiore a quello di perizia nell'atto di cessione la perizia
diviene inefficace.
A qualcuno risulta ciò?
L'Agenzia delle Entrate in una circolare di 5 o 6 anni cui non ricordo
gli estremi, sostiene questa tesi. Mi pare di ricordare che pretenda di
assoggettare imposta di registro un valore non inferiore a quello
risultante dalla perizia, qualunque sia il prezzo di vendita, pena il
disconoscimento della rivalutazione. Pretesa discutibile, direi, ma
tant'è...
--
Tango

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Rag. Sergio Lo Cascio - Tributarista
2008-01-28 13:15:08 UTC
Post by Tango-
L'Agenzia delle Entrate in una circolare di 5 o 6 anni cui non ricordo
gli estremi, sostiene questa tesi. Mi pare di ricordare che pretenda di
assoggettare imposta di registro un valore non inferiore a quello
risultante dalla perizia, qualunque sia il prezzo di vendita, pena il
disconoscimento della rivalutazione. Pretesa discutibile, direi, ma
tant'è...
--
Tango
Ma se nell'atto viene scritto "Corrispettivo: la cessione avviene per il
prezzo di x (valore commerciale). In dipendenza del fatto che si è proceduto
a rivalutazione ex-legge ......seguito da perizia di stima del
Geom........il valore fiscalmente riconosciuto è pari a Y sul quale sono
dovute le imposte........"

Cosa può contestare il fisco: mica sto mettendo in dubbio quello fatto,
indico solamente il prezzo effettivamente percepito.

Nulla è contestabile.

Ciao
--
Rag. Sergio Lo Cascio - Tributarista
casanmaner
2008-01-28 14:28:02 UTC
Art. 7 Legge 28.12.2001, n. 448
6. La rideterminazione del valore di acquisto dei terreni edificabili e con
destinazione agricola di cui ai commi da 1 a 5 costituisce valore normale
minimo di riferimento ai fini delle imposte sui redditi, dell'imposta di
registro e dell'imposta ipotecaria e catastale.



Non è che la perizia non sia più valida se dichiaro un valore inferiore,
però ai fini del registro dovrò pagare imposte su di un valore minimo che
dovrà essere pari al valore rivalutato.

Ai fini dell'irpef non potrò avere una minusvalenza deducibile.

ciao
Tango-
2008-01-28 14:58:05 UTC
Post by casanmaner
Art. 7 Legge 28.12.2001, n. 448
6. La rideterminazione del valore di acquisto dei terreni edificabili e con
destinazione agricola di cui ai commi da 1 a 5 costituisce valore normale
minimo di riferimento ai fini delle imposte sui redditi, dell'imposta di
registro e dell'imposta ipotecaria e catastale.
Non è che la perizia non sia più valida se dichiaro un valore inferiore,
però ai fini del registro dovrò pagare imposte su di un valore minimo che
dovrà essere pari al valore rivalutato.
infatti... Però il fisco pretende (in quella circolare o risoluzione), se
ricordo bene, di disconoscere il valore di perizie se il valore
assoggettato ad imposta di registro fosse inferiore a quello risultante
dalla perizia. Mi sembra assurdo ma credo proprio che quella prassi così
dica...
--
Tango

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it